Programma 2019

Diacetum Festival  2019  -  programma


Domenica 14/07/2019 

LE DUE ILLUSTRI RIVALI

(STORIA ILLUSTRATA DI RIVALITÀ FEMMINILI)


Paola e Patrizia Cigna (Soprani) 
Elisabetta Sepe (pianoforte)
Già nei banchi di scuola ci si divideva fra sostenitori di Achille o di Ettore e molti abbiamo vissuto la rivalità di Coppi e Bartali, Mike Bongiorno e Pippo Baudo , Ronaldo e Messi. E si potrebbe continuare all’infinito. L’Opera lirica da sempre è stato fertile terreno di acerrime rivalità fra le grandi interpreti; rivalità vere o presunte o ad arte costruite dagl’Impresari una volta o dalla stampa nei nostri tempi. Ed ecco allora che in Facebook si scontrano ancora oggi con gran calore agonistico i sostenitori di Maria Callas e di Renata Tebaldi. L’originale performance lirica ideata e realizzata da Elisabetta Sepe, che vedremo al pianoforte, vuole ripercorrere le rivalità delle primedonne del melodramma con molte delle arie che le hanno rese famose e non mancheranno salaci duetti che nelle Opere liriche contrappongono alcuni personaggi femminili. Operazione complessa che presuppone la presenza di due artiste dotate di forte presenza scenica e di comprovate capacità vocali. La scelta non poteva che dirigersi verso due affermati soprani che rispondono appieno a queste caratteristiche: Paola Cigna e Patrizia Cigna. La loro presenza rende unico nel panorama lirico italiano questo spettacolo lirico. Le due illustri rivali sono sorelle e non solo: sono gemelle.
Paola Cigna, Soprano
Diplomata in Canto con menzione speciale presso il Conservatorio Cherubini sotto la guida di Walter Alberti, vincitrice di numerosi premi nazionali e internazionali, si è esibita nei principali teatri italiani: dalla Scala di Milano al S. Carlo di Napoli, dal Carlo Felice di Genova al Maggio Musicale Fiorentino.
Ruoli principali ha interpretato anche a Bruxelles, Tokio e Tianjin in Cina ecc.
Patrizia Cigna, Soprano
Diplomata in Canto con menzione di merito presso il Conservatorio Cherubini sotto la guida di M. G. Germani, vincitrice di numerosi concorsi nazionali e internazionali, si è esibita nei principali teatri italiani e stranieri: dal Maggio Musicale Fiorentino all'Auditorium Parco della Musica, dal Regio di
Torino all'Arena di Verona, dall'Argentina all'Olanda, dalla Corea, alla Turchia ecc. E' docente presso il Conservatorio di Potenza.
Elisabetta Sepe, Pianoforte
Dopo gli studi di pianoforte a Firenze, si è perfezionata presso il Conservatorio Nazionale di Parigi. Oltre al Pianoforte ha conseguito numerosi diplomi: Didattica della Musica, Musica corale, Direttore di Coro ecc. La carriera, inizita a soli 10 anni, l'ha vista esibirsi come solista, con orchestra o in gruppi cameristici in Italia e all'estero (Vienna, Tokio, Parigi ecc.). Docente presso il Conservatorio Cherubini, collabora con il Maggio Musicale Fiorentino ed è direttore artistico di gruppi vocali e sodalizi musicali.


Sabato 20/07/2019 

COTTON CLUB MOOD

(SUNRISE JAZZ ORCHESTRA)


La Sunrise Jazz Orchestra, nata nel 1993 in seno alla Società Musicale
Michelangiolo Paoli come evoluzione del corpo bandistico tradizionale di Campi Bisenzio, si è distinta negli anni come una realtà unica nel suo genere assumendo le caratteristiche di un vero e proprio laboratorio musicale animato da passione, energia e divertimento. Dopo un progetto monografico sulla musica di George Gershwin, attualmente l’orchestra propone il concerto “Cotton Club Mood”, una scaletta di brani degli anni 30, periodo in cui svolse la sua attività il famoso locale Cotton Club, nel cuore di Harlem, che aprì nel 1923 e chiuse nel 1936 e che contribuì al lancio delle carriere di musicisti come Fletcher Henderson, Duke Ellington, Cab Calloway che con le loro

orchestre aprirono la strada all’era delle ballrooms, la cosiddetta swing era che dominò la scena musicale americana fino alla seconda guerra mondiale.

La Sunrise Jazz Orchestra, attraverso la splendida voce della cantante italo-canadese Mary Loscerbo e le trascrizioni fedeli a quelle sonorità , ci riporta a quella atmosfera ricca di suggestioni dell’epoca del proibizionismo, composizioni deliziose per l’ascolto e cariche di trascinante swing per ballare.

Sabato 27/07/2019 
SUONI E STORIE D'RLANDA
(WILLOS’)

Stephanie Martin – violino – Belfast (IRL)

Nadia Bredice – voce – La Plaqua (ARG)

Lorenzo del Grande – flauti – from Pisa (ITA)

Luca Mercurio – chitarra e bouzouky – Siena (ITA)

Giulio Putti – percussioni – Siena (ITA)

I Willos', con una esperienza di oltre 500 concerti in Italia, Irlanda, Francia e Svizzera, 3 album, collaborazioni eccezionali con Liz Carroll, John Doyle, Ettore Bonafè e un'amicizia assolutamente speciale con la violinista Athena Tergis, propongono un incontro musicale che mescola e rinnova sonorità diverse in un ipotetico viaggio dal Mediterraneo al Mare del Nord. Un incontro tra le nostre anime musicali che unisce lo stile puramente Nord Irlandese di Stephanie con gli arrangiamenti originali di Lorenzo e Luca.

Martedì 30/07/2018 
MUSICA DA CAMERA …CON SVISTA
(ARCHEAS STRINGS CON MASSIMILIANO CALDERAI)


Massimiliano Calderai Pianoforte/Composizioni

Mauro Fabbrucci Violino/composizioni

Vieri Bugli Violino

Marcello Puliti Viola

Damiano Puliti Violoncello

Il progetto, con un riferimento neanche troppo velato al celebre film del 1986 ambientato a Firenze ("Camera con vista" di James Ivory), è nato dall'incontro tra il quartetto d'archi Archaea ed il pianista Massimiliano Calderai e si anima e sviluppa con un percorso e un'idea di gruppo da camera molto differente da quella che, comunemente, viene in mente quando si pensa ad un ensemble con pianoforte ed archi.

Pur partendo delle forme e dalla tessitura propria delle composizioni della grande letteratura del quintetto con pianoforte, infatti, vengono introdotti elementi ritmici, sfumature inaspettate, armonie jazz, pop e “sviste” stilistiche che sfociano in risoluzioni non propriamente classiche.

L'estrazione squisitamente classica del quartetto e l'inclinazione naturale del pianista alla variazione e all'improvvisazione danno vita a composizioni assolutamente particolari.

Il repertorio è composto quasi interamente da brani originali ed alcuni "fuori programma".

La scrittura molto lineare e fantasiosa dei brani originali, appositamente scritta per questo organico da Calderai e Fabbrucci, rendono il programma assolutamente interessante e brillante, una sorta di musica da camera volutamente non tradizionale, un vivace mix di jazz e musica classica.


Sabato 03/08/2019 
BELLA, PROF!
(LORENZO BAGLIONI voce e chitarra, con FURFERI tastiera E BONECHI batteria)


Lorenzo passa dalle “nuove proposte” in gara al festival di San Remo 2018, ai teatri e piazza in giro per l’Italia, portando il concerto/spettacolo che presenta le sue canzoni “didattiche” scritte a quattro mani con il fratello Michele.

Il video clip de “Il Congiuntivo” ha abbondantemente superato in poche settimane le 7 milioni di visualizzazioni sui social network ed è il primo singolo del disco “BELLA, PROF!”, distribuito da SONY.

L’eclettico attore/musico/cantante con la sua band propone un energico concerto live, dove i brani spaziano tra i generi musicali più vari (dal punk al rap fino al mondo trap e delle boyband) e trattano sempre argomenti didattici!

Tra una canzone e l’altra non mancheranno po’ di sane risate, frutto del suo innato umorismo toscano.


Martedì 06/08/2019 
GRILLO SWING
(COMPAGNIA DELLE SEGGIOLE)


a cura di Sabrina Tinalli

selezione musicale di Vanni Cassori

costumi di Giancarlo Mancini

allestimento di Daniele Nocciolini

organizzazione di Roberto Benvenuti

con: (in ordine alfabetico)

Fabio Baronti, Luca Cartocci, Anna Collazzo,

Rossella Gardenti, Sabrina Tinalli

e con la partecipazione straordinaria di

Luigi Ragucci e Raoul Renzini

L’omaggio al Grillo Canterino della Compagnia delle Seggiole accompagnato da musiche e canzoni di Odoardo Spadaro. Il Grillo Canterino è la trasmissio-ne radiofonica che più di ogni altra, rappresenta lo spirito fiorentino e che suscita ancora oggi, negli ascoltatori, un tuffo nel passato alla riscoperta di una comicità irriverente e diretta, ma elegante e intelligente come solo la nostra tradizione può consentire. Risentiremo figure ormai entrate nell’immaginario collettivo, voci di un tempo, anche recente: “LA SORA ALVARA”, “GANO…I’ DURO DI SAN FREDIANO”, “PORVERE”, L’IRIS E L’AMNERIS”, e tanti altri. Sarà come riascoltare il nastro e rivedere il film della nostra vita. Con nostalgia e leggerezza.

Sabato 10/08/2019 
DANZE DAL MARE
(MVULA SUNGANI PHISICAL DANCE CON MAURO PALMAS)

Compagnia: Mvula Sungani Physical Dance

Etoile: Emanuela Bianchini

Interpreti: i solisti della compagnia

Musica Live: Mauro Palmas

Regia e Coreografie: Mvula Sungani

Costumi: Giuseppe Tramontano

Musiche originali: Mauro Palmas

Regia e Coreografie: Mvula Sungani

Il mare, crocevia di storie, popoli, culture e sogni, ispira questa nuova opera del regista e coreografo Mvula Sungani e del compositore Mauro Palmas che si ritrovano dopo l'esperienza di Etnika, spettacolo dedicato alla Sardegna. Gli autori, entrambi noti al pubblico ed alla critica per aver da sempre sperimentato e ricercato nuove forme espressive legate alla cultura etno/popolare, nel corso degli anni hanno sviluppato un originale ed innovativo linguaggio espressivo, che in questa nuova pieces trova la sua maturazione. Danze del mare 2.0 ha in sé una forte matrice antropologica, infatti è un percorso che unisce idealmente l'Italia, dal nord al sud, dall'est all'ovest, raccontando i colori, gli usi, i costumi, gli odori ed i sapori tipici della nostra terra... terra accarezzata quasi completamente dal mare. L'ingrediente principale dell'opera è la contaminazione tra arti, epoche e stili, dove artisti di estrazione diversa si uniscono per raccontare con voce armoniosa ed univoca, la cultura del nostro paese, dove da sempre il passato si unisce al futuro. Le feste religiose e le feste pagane ispirano l'opera. La poetica coreografica ispirata alla tradizione popolare italiana, viene stilizzata, da Mvula Sungani, mediante le nuove tendenze contemporanee e fusa con la Physical Dance. Il ritmo e le melodie restituiscono ai movimenti, dapprima sincopati e poi rituali, la forza evocativa delle terre di origine. Le composizioni originali di Mauro Palmas, che in questa versione dell’opera contengono anche i brani del nuovo disco dello stesso Palma de sols, sono ispirate alle musiche popolari e trasfigurate dalla sua personalissima scrittura, si uniscono e si fondono alle trascrizioni delle danze di origine classica e popolare. Il movimento e la melodia diventano danze, e le danze... momenti di vita.

Inizio spettacoli ore 21.30 
Biglietti acquistabili in loco 8,00€ Interi 5,00€ Ridotti

 (ragazzi fino a 16 anni, soci Associazione Diacetum)

Ristorazione possibile su prenotazione presso:

Circolo Arci Diacceto Tel. 055 8327026

Locanda Tinti Tel. 055 8327007

Dettagli...